EMERGENZA FROFUGHI VENTIMIGLIA- Aleksandra Matikj (Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione) risponde al segretario di Alternativa Tricolore”Per me la questione è stata gestita in modo inadeguato dal Sindaco Enrico Ioculano, non esiste l’emergenza di Profughi di Ventimiglia, Signor Cortese, perché si è trattato soltanto di poco più di 100 Profughi da accogliere ed indirizzare in un altro paese”Io dico sì, di non aver mai strumentalizzato nessuno in tutta la mia vita e che sono sempre stata contro le strumentalizzazioni politiche e sociali delle persone, così come lo si può verificare da diverse foto e prove concrete. Strumentalizzare le persone Italiane od Immigrate che siano è raccontargli le cose che poi non vengono in realtà realizzate in cambio di voti, gli vengono promesse delle realtà che non esistono e poi, una volta arrivati alla poltrona, tutte quelle promesse vengono dimenticate o lasciate lì, in sospeso… Chiaramente poi la gente reagisce e non si fida più di un intero Partito o qualsiasi altra forma di Organizzazione fosse, giustamente. A noi, Immigrati viene puntualmente chiesto di esprimerci sulla questione in Italia, il paese dei Diritti, con una solida Costituzione italiana che dovrebbe però difendere i Diritti di tutti quanti, anche di noi Immigrati Extracomunitari così come i Diritti degli Italiani che vanno difesi all’estero. Se Lei si informa un po’ su di me Sig. Luigi vedrà che di battaglie ne ho fatte simili, anche per gli Italiani in altri paesi, non si preoccupi… ma che i Diritti delle Persone vadano rispettati vale anche per l’Italia, soprattutto perché, anche da me ritenuto un paese che non dovrebbe rimanere indietro rispetto ad altri paesi di successo. Perché chiedo che si possa dare il Diritto di voto agli Immigrati? Perché è giusto. Perché da 24 anni in Italia, tale proposta sta ferma a Montecitorio e sarebbe l’ora, appunto, smuovere la situazione legata al voto e Diritti di noi Extracomunitari In Italia dove noi paghiamo le tasse come tutti gli altri, in Italia veniamo ed in quell’istante TUTTI I NOSTRI STUDI vengono CANCELLATI DEL TUTTO e questo non è giusto dal momento che gli altri Immigrati ovvero Comunitari arrivano qua e possono CONTINUARE a studiare, possono votare, possono firmare i Referendum. Noi no. Già le Leggi di prendere la Cittadinanza in Italia sono molto difficili da realizzare ma quello che mi dispiace è che un paese come l’Italia, che ritengo oramai anche il mio paese che amo e difendo, sia indietro rispetto ad altri paesi dove dopo soltanto 5 anni di residenza, la Cittadinanza viene donata a chi regolarmente. Io ci ho rimesso anni della mia vita per rifare tutti gli Studi e per avere il Titolo di Ragioniera e Perito commerciale che praticamente avevo già e questo non ha senso. Vengono cancellate addirittura le Lauree alle Persone e, francamente nemmeno questo va bene. Se Lei Luigi Cortese, come dice di battersi per i Diritti delle Persone da 30 anni, avrà notato che in Italia da più o meno in tutti questi anni non si è fatto niente in merito alla questione degli Immigrati integrati e Residenti e siamo quasi 4 milioni di Persone extracomunitarie in Italia. Dal momento che paghiamo le tasse, come tutti gli altri, lavoriamo o studiamo, giusto è che abbiamo anche il Diritto di voto. Porto sì avanti la Campagna per dare il voto agli Extracomunitari e ne sono fiera, oggi stesso contatterò anche gli altri Deputati, alcuni hanno già firmato. Siamo Persone, con la nostra Integrità e Dignità ed amiamo e rispettiamo l’Italia e non tollero quando mi si parla diversamente. Veniamo dipinti dall’estrema Destra come persone orribili, ignoranti, come nemici… e per assurdo, pochissimi Italiani sanno QUAL È LA VERITÀ. Gli Italiani non sanno come è la nostra vita qua e di quanto sia difficile arrivare ad avere una Cittadinanza, viene diffuso continuamente un’immagine di noi ingiusta, come se in Italia ci fosse tutto regalato mentre in realtà ci vengono cancellati tutti gli Studi, per lavoro appena sentono la parola Extracomunitario iniziano con le domande, c’è ancora tantissimo pregiudizio contro di noi e viene puntualmente e soprattutto prima di elezioni politiche usato contro di noi con tanto di benzina sul fuoco dove l’ignoranza regna. Ecco quindi il segreto di successo di certi Partiti di estrema Destra ma noi siamo stufi di essere strumentalizzati ogni volta in questo modo ed è per questo che io continuo e continuerò a parlare ed informare le Persone Italiane. Io stessa ho salvato diverse vite in Italia, ho aiutato tantissimi Italiani ed Immigrati che siano Comunitari, Extracomunitari o Profughi… ma tutto questo non è strumentalizzare come Lei ingiustamente insinua sul nostro conto e pubblicamente ma è un atto di buona fede e di buon senso, è un nostro Diritto chiedere che ci vengano riconosciuti i nostri Diritti. Diversamente, che ci levino le tasse da pagare perché non si può pagare, siamo milioni di Persone… Vorrei comunque risponderLe Sig. Luigi Cortese che per me non esiste il “nemico” che Lei cita, io non i nemici dal momento in cui per me tutte le Persone sono uguali e come tutte le Persone uguali, bisogna che l’Italia risponda rispettando la propria Costituzione italiana e, riconoscendo appunto, anche i nostri Diritti fondamentali. Io parto da questo presupposto nella mia vita, anche da Persona Credente ma forse Lei Sig. Cortese non riesce ad entrare nella mia logica dal momento sul proprio profilo del Social Network Facebook invita le persone a votare la Destra con tanto di scritto: – per la serie “mai con la sinistra” – E questa Sig. Cortese è interessarsi alla poltrona politica, più di tanto neutralismo politico come invece fu confermato nel precedente Comunicato stampa di Alternativa Tricolore che Lei rappresenta e dove attaccavate il nostro intero “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” con tanto di cattiveria gratuita. È questa la strumentalizzazione, se proprio vogliamo dirlo, la Sua, non la nostra. Se vuole fare la carriera in quell’ambito, dico politico, Le consiglio di fare qualcosa di utile e concreto, reale… per gli Italiani se non per noi Immigrati. Dia una mano alle Persone Italiane ed ai bambini nelle Chiese che sono poveri, sfrattati e non hanno un lavoro, si dia da fare Sig. Cortese… come io stessa ho fatto per anni… anziché attaccare noi perché stiamo portando avanti una giusta Campagna umanitaria e di Diritti fondamentali. Lei non ha alcun Diritto di dirci di non andare avanti perché non sarà Lei a fermarci, mi creda. Forse è per questo che Lei scrive la parola “nemico” ma noi non siamo come Voi e dal momento in cui ci si pone in questo modo aggressivo, La ringrazio ma non ho bisogno di confrontarmi e di confrontarci con chi si pone con questo atteggiamento inutilmente provocatorio ed ingiusto. La nostra Disponibilità invece rimane per il Padre Francesco Marcoaldi, Frate della congregazione dei Figli di Maria Immacolata, nella Chiesa di San Nicola da Tolentino dove ha aperto le porte ai Profughi nel momento di massima tensione, per Antonio Suetta, Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo ed il Sindaco di Ventimiglia che nel caso si ritrovasse in situazione che non ha saputo gestire, loro possono contattarci senza esitare affinché gli si possa dare una mano anche da parte nostra per aiutare i Profughi che vanno in Ventimiglia, non certo per cattiveria ma per poter appunto, come anche Lei dice, non morire dalle guerre. Io sono una di tali Persone, io sono scappata per non morire dalla Serbia nel 1998… io sono una di quelle Persone che ha perso il padre in una stupida guerra… e se fossi rimasta lì, sarei morta probabilmente anch’io da quelle bombe, che per assurdo partivano da Trieste. Ma ricordo anche tutto il dissenso in Piazza De Ferrari a Genova e le Manifestazioni contro quella guerra, io ricordo tutto… ed è anche da lì che io vidi l’Umanità nelle Persone in Italia. Ed è forse da lì che ho iniziato a realizzare che la grande delusione e la forza di orribili eventi che hanno buttato il fango ed il sangue innocente anche sull’Italia, possa diventare una grande lezione affinché non si sbagli più… affinché non si uccida più… affinché la mente umana possa essere messa a conoscenza dei fatti che in tanti non conoscono e partono di già con un pregiudizio negativo nei nostri confronti senza nemmeno avere la minima idea di quello che stiano dicendo. Io vorrei soltanto un mondo più giusto, un mondo fatto di Persone informate e credo che gli Italiani, in tanti, siano d’accordo con me. Per questo ed altri motivi che ritengo più che giusti, continuerò a portare avanti la nostra Campagna di voto nei prossimi anni, se necessario ed invito di già tutte le Persone che la pensano come me a firmare qua: https://www.change.org/p/presidente-della-camera-dei-deputati-laura-boldrini-petizione-per-sbloccare-la-legge-a-montecitorio-che-in-italia-fa-votare-gli-immigrati Siamo solo all’inizio ma il futuro promette bene. Ed un futuro nel quale siamo tutti quanti uniti ed in buona Fede è la migliore opzione, chiaramente sarà un futuro che non avrà il posto per chi definisce l’altro un nemico perché chi crea queste differenze sociali non di certo siamo noi bensì gli altri, come ben si nota oramai. Semmai, io sono dall’altro lato, dove chiedo i Diritti e l’Uguaglianza per tutti, per noi Extracomunitari Immigrati compresi. E, dal momento in cui viviamo in un paese Democratico, noi andremo avanti con la nostra Campagna di voto per gli Extracomunitari che Le ripeto, è una battaglia di Diritti umani e non una battaglia per far vincere qualche Partito. Riguardo invece la situazione a Ventimiglia per i Profughi, ci sono andata due volte l’anno scorso ma in incognito, appunto per non strumentalizzare la situazione e Le garantisco che quei Profughi non vogliono nemmeno rimanere in Italia ma vogliono andare in altri paesi, come per esempio è la Francia e dove, dopo 5 anni di regolare Residenza viene data la Cittadinanza. Non sono però queste le motivazioni di Persone che vorrebbero andare lì ma il fatto che alcuni di loro hanno dei parenti in Francia, gli altri scappano dalla guerra e sanno di già che in Italia saranno picchiati, discriminati ed odiati e vogliono andare altrove ed è proprio questo atteggiamento di accoglienza che andrebbe cambiato, perché scusate ma ricorda tanto l’odio gratuito, scattato nei confronti di noi Jugoslavi, Ebrei, Zingari ed Omosessuali durante il periodo di nazismo ed il fascismo in Italia ed in Germania, durato perfino troppo e nemmeno tanti anni fa, verso chi più debole ed indifeso… Non permettiamo che certe vergogne vengano ripetute, non vorrei io in primis che succeda di nuovo in ed all’Italia… per la buona memoria di Italia stessa. Per questo, ringrazio nuovamente tanto e di cuore anche il Padre Francesco Marcoaldi ed Antonio Suetta, Vescovo della Diocesi di Ventimiglia-Sanremo, perché hanno dimostrato di essere umani, solidali e soprattutto hanno donato all’Italia una Speranza di un paese davvero Democratico e con un grande cuore. Riguardo ai giovani di NO BORDERS ho sempre timore di consigliargli perché temo sempre che qualcuno di loro possa farsi male. Sono le Persone e sono ragazzi così giovani, sono Italiani che io, personalmente, ringrazio tantissimo e nel nome del nostro intero Comitato, perché si sono esposti così tanto… ma vorrei anche ringraziare le Forze dell’ordine che hanno agito con tanta diligenza evitando ogni scontro sociale a Ventimiglia, pur avendo eseguito gli Ordini altrui. Ripeto, secondo me la questione è stata gestita in modo inadeguato dal Sindaco Enrico Ioculano, non esiste l’emergenza di Profughi di Ventimiglia Sig. Cortese perché si è trattato soltanto di poco più di 100 Profughi da accogliere ed indirizzare in un altro paese e con questo sono assolutamente d’accordo con il Governo Matteo Renzi oppure l’Onorevole Angelino Alfano. Le emergenze sa cosa sono e dove sono? Le emergenze sono a Lampedusa eppure, lì, con tanto di professionalità, i Volontari e gli Italiani si sono saputi organizzare davanti a migliaia di Persone disperate, con le stesse identiche espressioni di SPERANZA DI UNA VITA MIGLIORE che si vedeva sui volti ITALIANI quando sbarcavano nemmeno tanto tempo fa in grande America… e per ricordarlo, basta guardare le foto. Proprio per questo l’Italia, più che qualsiasi altro paese, dovrebbe capire…” Aleksandra Matikj (Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”)

comitato-immigrati

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...