Domani 18 Maggio presso Sala Buvettina di Palazzo Albini, Aleksandra Matikj, Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” e la presentazione di un nuovo progetto culturale.

13230765_10204841972287963_1663035277_oIl “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” e l’Associazione Artistico Culturale “Liguria nel cuore” presentano un nuovo progetto Culturale con i Profughi.
«Guardandomi intorno mi sono resa conto che il sistema di accoglienza non funziona più bene. I risultati sono devastanti perché, purtroppo, si vede da parte di diverse Organizzazioni che questi poveri Profughi, già esausti dalle situazioni drammatiche di guerra ed altre altrettanto difficili dalle quali scappano, anziché essere aiutati da chi li ospita, vengono letteralmente sfruttati per andare sui giornali, ad esempio come Spazzini volontari affinché chi li ospita possa farsi pubblicità e continuare a chiedere soldi allo Stato ed ai Fondi Europei», parole dure ma reali e di grande attualità quelle di Aleksandra Matikj, la Presidentessa del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”, che inoltre aggiunge:
«La cosa peggiore è che la maggioranza di questi Profughi, accolti e poi abbandonati a sé stessi, è già caduta nelle mani della mafia territoriale che li sfrutta anche per le elezioni politiche creando degli episodi organizzati di disordine pubblico e scatenando la rabbia ed il razzismo tra i Cittadini Italiani. A Genova abbiamo già visto qualcosa di simile anche e nemmeno tanto tempo fa… i ragazzi dei Parcheggi, i mercatini “illegali” che spuntano soltanto prima dalle elezioni, i ragazzi davanti ai supermercati ed altri negozi che chiedono l’elemosina sono tutti quanti il risultato di questa accoglienza che poi tanto accoglienza non è. Però è un’accoglienza di tantissimi soldi che poi, mi chiedo, dove e per chi vanno spesi esattamente? Preoccupati di questa situazione, noi come Comitato abbiamo pensato di proporre una prima iniziativa per i Profughi dove per loro sia realmente possibile imparare un nuovo Mestiere rendendo anche, tutti insieme, la nostra città migliore anche culturalmente. La nostra prima iniziativa denominata “Insieme per Genova Culturalmente e per accoglienza”, è stata presentata al nostro Sindaco Marco Doria ed al Comune di Genova, con di già un riscontro positivo, appoggiato dall’Assessorato a Cultura e Turismo ed invito per un incontro presso la prestigiosa Sala Buvettina di Palazzo Albini con Gianni Crivello, l’Assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni e Clavio Romani, il Direttore Generale Area Servizi dell’Ente. Si tratta di un progetto di ristrutturazione di Monumenti e di piccole Fontane storiche in città di Genova, dove sarebbero coinvolti anche alcuni Volontari Profughi che potrebbero dare una mano imparando a grandi linee a fare un lavoro prestigioso e di Talento ma soprattutto assistendo anche alla rinascita di una parte di nostra meravigliosa Genova».
E conclude:
«Invitiamo fin da subito, se veramente interessati all’inserimento dei Profughi nelle nostre città Liguri nel modo onesto, impegnativo e decoroso, tutte le Organizzazioni, Partiti, Sindacati, Associazioni a contattarci scrivendoci a matikj.aleksandra@gmail.com Questo progetto è stato creato in collaborazione con l’Associazione Artistico Culturale “Liguria nel cuore” e nel caso ci fossero dei Volontari oppure le Realtà di ristrutturazione che vorrebbero aderire alla nostra iniziativa, potete scrivere a liguria.genova2014@gmail.com Crediamo che in questo modo, aiutando, i Profughi possano vedere da vicino un nuovo Mestiere che in futuro potrebbero scegliere di svolgere. Abbiamo anche altre proposte da organizzare con tanto di Attestati di partecipazione dei Mestieri validi anche in altri paesi Europei, per chi ci contatterà. Pensiamo, come tanti Italiani, che i Profughi possano inserirsi nei posti di lavoro dove potrebbero rendere molto ed imparare sempre di più perché sfruttarli dicendogli di spazzare per le foto da pubblicare sui quotidiani, mentre loro nella loro testa hanno ancora l’immagine di un’Italia civile fatta di Persone per bene ed oneste, non fa un’immagine di una Liguria che accoglie ma di un vespaio di furbacchioni che, in realtà, di aiutare davvero le persone in difficoltà se ne fregano e no, non sono però queste le Organizzazioni che noi vogliamo più vedere chiedere i soldi allo Stato italiano, alla Regione Liguria ed all’Europa perché se i soldi si vogliono chiedere per aiutare poi la gente va davvero aiutata con tali soldi, non diversamente. Chiaramente, esistono in Liguria ed in Italia anche delle Organizzazioni serie, confermate ed oneste che, noi appunto invitiamo fin da subito a contattarci per collaborare insieme.
Bisogna anche sempre ricordare che gli Immigrati andrebbero accolti in Italia così come si aspetta dagli altri paesi ad accogliere gli Emigrati Italiani. Vorrei oggi ricordare anche due Italiani, giovani, uccisi all’estero, diciannovenne Joele Leotta perché da Italiano RUBAVA LAVORO e Giulio Regeni, assassinato nelle circostanze sconosciute perché vorrei ricordare a tutti che non è giusto a chi dice ed augura a noi Immigrati in Italia lo stesso. Ancora di più sbaglia chi appoggia questa tipologia del pensiero legalmente come non pericoloso perché vi rendete complici di un grave crimine e di istigazione all’odio razziale e nazionalista diventando dei criminali che diffondono l’odio nei nostri confronti anche al livello istituzionale, un atteggiamento che noi del “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione” non accettiamo e non accetteremo mai, né all’Italia per gli Immigrati come me, né all’estero per gli Italiani discriminati ugualmente. Ricordiamo appunto oggi Joele e Giulio per onorare la loro memoria, per accomunarli a chi muore lontano dal suo paese senza colpe, se non quello di avere e di dare un futuro migliore».

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...